Glossario

ACCOUNT : identificazione di un utente, creata su un sito o su un sistema operativo. L’account è composto da un nome scelto da noi oppure dal nostro nome e cognome e dà accesso al pc o a determinate pagine web che offrono dei servizi.

ANTIVIRUS: programma studiato per trovare e rendere inefficaci i virus.

BROWSER: portale, finestra o programma che permette di visualizzare le pagine web. I più diffusi sono Internet Explorer, Google Chrome, Safari e Firefox.

CD: disco compatto di plastica che può essere letto dal computer o da periferiche esterne, ad esempio un lettore DVD, un lettore CD o un dispositivo multimediale. Questi strumenti permettono la lettura dei dati scritti su di esso. Principalmente il CD è utilizzato per la musica o archiviazione dati, anche se ultimamente viene impiegato sempre di meno per questo scopo, in quanto sono subentrati i lettori USB.

DEVICE: dispositivo del computer.

DVD: disco compatto simile al CD, introdotto successivamente sul mercato, che permette la registrazione di video oltre che di audio. Avendo a disposizione uno spazio di 4.7 Giga, consente la scrittura non solo di dati (file word, audio, mp4) ma anche dei formati DVD leggibili nei lettori appositi. Si è reso dunque possibile caricare su un DVD dei film interi. Ora sono subentrati i file in formato AVI e DiVX che occupano meno spazio e dunque un DVD è in grado di contenere anche 3-4 film.

FILE : insieme di informazioni in codice binario (ad esempio un documento word, un’immagine, un video, una canzone). Il codice binario trasmette l’informazione al computer, il quale decifra il codice  e lo elabora.

HOME PAGE: pagina principale di un sito internet.

INTERNET: la più grande rete al mondo. È composto da siti web, cloud, archivi e spazi di archiviazione.

KEYBOARD O TASTIERA: periferica composta da tasti con lettere, numeri e simboli. Premendo un tasto si invia un codice al computer che lo traduce in scrittura.

LOGIN e LOGOUT: il login permette la connessione ad un account, ad un servizio o ad un portale. Il logout consente, invece, di uscire dal servizio o dal portale.

MOUSE: dispositivo che permette di muovere il puntatore (la freccetta) che vediamo sul display in tutte le direzioni. Possiede due tasti ed una rotellina centrale (scroll) che consentono di aprire i file e di andare su e giù in una determinata pagina.

MP3: è una tipologia di file che genera dei codici specifici per la musica. Esso comprime la musica in piccole dimensioni variabili, in base alla lunghezza della canzone o della registrazione audio, dai 200kb ai 300 Mega ( ad esempio le canzoni di 4 minuti occupano circa 3 mega).  Si tratta dunque di un file che gestisce gli audio.

PASSWORD: insieme di lettere, cifre, numeri o caratteri speciali che permettono l’identificazione dell’utente. La password è d’obbligo in ogni account per evitarne la violazione da parte di estranei.

PROGRAMMA o SOFTWARE: è un linguaggio che il computer esegue per svolgere un’attività richiesta. Esistono vari tipi di programmi, ad esempio per scrivere c’è Word, per leggere i video c’è VLC, oppure i giochi o anche il browser per navigare in internet.

RETE LAN: si distingue dalla rete internet in quanto quest’ultima gestisce tutti i contenuti del mondo e chiunque vi può accedere. Invece la rete locale o rete interna è un insieme di vari computer (ad esempio in un ufficio, una casa, un insieme di edifici) che possono comunicare tra loro ma non possono essere visualizzati dall’esterno. La rete interna è gestita dal modem che collega tutti i computer permettendo la trasmissione dei contenuti, tuttavia chi è al di fuori della rete non sarà in grado di visualizzarli .

USERNAME : nome utente che si sceglie nella creazione di un account.

VIRUS: piccoli programmi chiamati anche codici di programma che, entrando nel computer bloccano o rubano dei dati (ad esempio codici di carte di credito, password, indirizzi mail e simili) o arrestano il computer completamente. Alcuni virus hanno anche la capacità di alterare i codici per bruciare la parte hardware, ad esempio comunicando che in quel circuito bisogna mandare più corrente, causando un surriscaldamento fino a bruciarlo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.